Verità grido il tuo nome – via la divisa

1609650_10152215279201170_369910984_n

Hanno fermato un ragazzo di 18 anni senza motivo, lo hanno bloccato, lo hanno malmenato, scalciato, manganellato e alla richiesta del ragazzo di smetterla, hanno continuato a pestarlo in nome di quale cazzo di giustizia, in nome di quale cazzo di divisa e dopo hanno pensato bene di depistare, di cambiare, di stravolgere la verità, di dare colpa alla droga, di far credere che sia stata legittima difesa, ma grazie alla forza dei genitori son stati processati dimostrando in modo incontrovertibile che hanno ucciso un ragazzo senza motivo e sti cazzi chi dice che è stata sfortuna, chi dice che devono essere riabilitati, che sia giusto che son tornati liberi e soprattutto son tornati liberi di essere ancora poliziotti, ah già perché questi sono uomini di polizia che devono garantire la sicurezza e aiutare chi è in difficoltà, ma come posso io fidarmi di persone che hanno ucciso, pestato a morte un ragazzo che ha avuto la unica colpa di voler passare con amici un sabato sera un pò, ma neanche tanto, sopra le righe. ci penso a tutte le volte che son uscito, a tutte le volte che son uscito in compagnia in un pub e bere e tornare un po’ più allegro del solito e niente maledetta fortuna, fanculo a chi abusa poteri, fanculo a chi difende l’indifendibile, fanculo a chi non sa avere rispetto di una morte causata da chi dovrebbe evitare la morte. ma so perfettamente che mandare affanculo non serve a niente, ma il buon senso, la giustizia, il vivere in una società civile dovrebbe far si che questi non debbano più indossare una divisa ma sembra che non ci sia mai fine all’orrore. fanculo

Annunci

Esche vive – Fabio Genovesi

image

Un romanzo fresco giovane ironico pieno di vita, di speranza, di delusioni, di “sfighe”, di progetti, tutto gira intorno a tre ragazzi: Fiorenzo, il campioncino Mirko e Tiziana, tutti e tre vivono a muglione nella provincia toscana vicino Pisa.
Mi piace un sacco questo Mirko odiato da tutti i suoi coetanei perché bravo a scuola ma soprattutto un grande talento nell’andare in bicicletta, talento scoperto dal papà di Fiorenzo ragazzo 19enne abile pescatore perché proprio il padre ha un negozio di pesca dove impara i trucchi del mestiere. Dicevo questo Mirko è bruttino  piccolo ma ha tanto cuore e solo con il tempo capirà il suo talento diventando pure campione del mondo.
La storia d’amore e di crescita tra Fiorenzo e Tiziana invece ti fa ricordare i primi approcci nella sfera sessuale con il sorriso!
Si ride di gusto e ti fa pensare molto!!

La verità dul caso Harry Quebert – Joel Dicker

image

questo è uno di quei libri che appena lo hai finito di leggere, inizi a pensare alla storia, ai suoi personaggi e al fatto che in qualche modo ti mancheranno.
770 pagine che mi hanno accompagnato tutta una settimana in un vortice pieno di colpi di scena, di clamorosi retroscena, di pensieri che pagina dopo pagina immancabilmente cambiavano a seconda delle innumerevoli scoperte che il protagonista scrittore Marcus andava ad affrontare.
Harry quebert è lo scrittore per antonomasia, maestro e amico nonostante una differenza di età di Marcus che dopo aver avuto un grande successo con il suo primo libro, inizia ad incontrare un periodo di scarsa ispirazione per il suo secondo romanzo e chiede proprio aiuto,andando a stare a casa sua, ad harry quebert. Da qui nascerà tutta la trama che si incendia con la scoperta del ritrovamento di un cadavere nel giardino di harry quebert che verrà coinvolto in un episodio avvenuto trenta anni prima.
Mo scrivere tutta la trama non mi sembra il caso, ma sicuramente è una storia che appassiona dalle prime pagine, dove si conoscono personaggi e soprattutto le loro vite fatte di sofferenze e passioni che si incrociano tra loro dando origine ad un bel romanzo.
Beh lo consiglio a tutti, e non fatevi spaventare da questo mattone di pagine perché alla fine della lettura vorresti che fosse il doppio!!

Mondovisione – Ligabue

image

Ebbene si, uscito a fine anno, è l’album più venduto in italia del 2013, numeri da capogiro per il nuovo liga con il capello corto e un pò bianchetto ma l’unico insieme a vasco a vendere tanto e fare sold out gli stadi di tutta italia 8 mesi prima.

Questo “mondovisione” a parte le vendite da record è un album che nn delude per testi e musica che attraversa binari di un sano pop soft rock tra ballad e canzoni come “il muro del suono” dove si sente ancora la sua vena rock.
Ma zilly dai le solite canzoni, soliti accordi, ritmi più lenti eppure, il liga riesce sempre ad incuriosirmi in qualche cosa fin dal lontano “sopravvissuti e sopravviventi” album flop, disco criticato da cani e porci e da me supportato e cantato al “palatrussardi” di Milano, fino ad arrivare ad oggi con quel capello appunto corto e bianco che sono sinonimo del tempo che passa ma sono anche sinonimo di maturità, di esperienza e voglia di spaccare ancora. Di sicuro le vendite ci sono e sarà primo finchè Vasco non farà uscire qualcosa, intanto, in questo periodo, il singolo nuovo Per Sempre è suonato costantemente in radio, non sbaglia un colpo, nonostante x tutti sia ripetitivo uguale coi soliti 2 accordi..

IN UTERO – NIRVANA (formato vinile, edizione 20° anniversario)

wpid-IMG_20131002_160513.jpg

Ero appena arrivato a scuola, avevo appena parcheggiato la mia bici al solito posto e avevo appena messo via il walkman che cantava Milk it del mio gruppo preferito, i Nirvana, che un mio compagno di classe mi chiamò e quasi eccitato mi disse “oh m’hai saputo che il cantante dei nirvana si è sparato ed è morto..” rimasi di merda, era un giorno di aprile dell’anno 1994…

Ora dopo vent’anni, mi ritrovo con una copia fisica in mano, esattamente il vinile che festeggia appunto il ventesimo anno dalla prima uscita, settembre 1993, dell’album “in utero”. Un vinile composto da due dischi 45 giri e un 33 giri che raccolgono le canzoni dell’album originale in utero più rarità e b-sides dei singoli dell’ultimo lavoro dei miei amati nirvana.

La copertina gigante, caratteristica principale dei vinili, è fantastica e poi nell’aprirlo vedi queste foto giganti di Kurt, Dave e krist che rendono la confezione proprio figa, proprio leggendaria.

In utero, per alcuni, è meglio dell’epico nevermind, x me rimane allo stesso livello, canzoni urlate, riff graffianti e canzoni soft come all apologies che danno al disco originalità e forza che ancora oggi avverto mentre il disco gira sul piatto!

Le b-sides e bonus tracks per chi ama i nirvana sono assolutamente conosciute ma diciamo ora fanno ufficialmente parte del repertorio ahimè troppo fin troppo breve dei nirvana.

Questo vinile rappresenta un ricordo indelebile della mia adolescenza che non è ancora terminata, ora scusate apro, metto il disco sul piatto, puntina su serve the servants e chiudo gli occhi…

GREGOR (la prima profezia, la profezia del flagello, la profezia del sangue)

wpid-20140108_173600.jpg

A proposito dei miei 40 anni, questa saga che mi ha stregato dimostra che fondamentalmente zilly deve ancora uscire dalla fase adolescenziale per entrare nella fase adulta ma chi me lo fa fare!!

Torniamo al mio amato Gregor…scritto da Suzanne Collins autrice di hunger games(letto e divorato tutti i tre capitoli), quindi scelta facile e sicura perché se ti è piaciuto hunger games, questa storia di Suzanne Collins, divisa in 5 libri(per il momento in Italia ci son i primi i tre, il quarto dovrebbe arrivare maggio 2014), ti coinvolgerà, ti farà comprare il primo, il secondo, il terzo e non vedi l’ora che arrivino l’edizioni italiane del quarto e quinto capitolo di Gregor ma già chi cazzo è Gregor??Gregor è un ragazzino di 11 anni che scopre per caso che sotto la città in cui vive, New York, esiste un sottomondo popolato da esseri umani dalla pelle bianchissima e occhi viola, da scarafaggi, da pipistrelli i più fedeli amici degli umani, dai ratti, razza non certo cara agli umani e altre mille specie di insetti che animano questa fetta di mondo nascosta. Dicevo per caso Gregor scopre questa realtà perché Boots, la sua sorellina di due anni, scivola in una grata e per recuperarla, cade in un vuoto senza fine atterrando in questo immenso sottomondo. Da qui iniziano le mille avventure che Gregor dovrà affrontare, scoprendo anche che suo padre non era scappato via da casa ma anche lui fu risucchiato da questo mondo lasciando la famiglia sola. In questi tre episodi Gregor e la sua famiglia composta da una mamma super lavoratrice per portare a casa soldi x i suoi figli orfani del padre, dalla sorellina piccola boots e da lizzie sorella di 7 anni, verranno coinvolti dalle profezie scritte ed evocate nel sottomondo.
Son tre episodi che si leggono con grande scorrevolezza e voglia di sapere cosa succede pagina dopo pagina, certo i protagonisti oltre a gregor e famiglia son ratti, pipistrelli, scarafaggi ma Suzanne Collins rende il tutto molto avvincente, misterioso ed intrigante. Ed in attesa del quarto libro, mi chiedo chi cazzo è sta signora cormaci così affezionata a Gregor, sa qualcosa?

Brunori Sas – Kurt Cobain

Questo è il primo video del 2014 che mi viene in mente, video scoperto in un tweet che diceva che i brunori sas avevano fatto un nuovo singolo che anticipava il loro terzo lavoro, uscito all’inizio di febbraio, il titolo mi colpì subito e subito ascoltai la canzone che mi rappresenta molto, parla di fragilità, di solitudine, di vivere, di essere. Malinconica e vera, canzone che mi ha proprio conquistato!  Un video semplice per mettere in risalto musica e testo di gran spessore! Bravi