American Psycho – Bret Easton Ellis

wpid-20140904_135447.jpg

 

Mi son detto…proviamo a leggere un genere di romanzo un po’ horror un po’ crudo un po’ forte un po’ psycho… Ma non mi aspettavo tutto questo sangue, tutta questa violenza, tutto questo sesso mischiato alla follia pura di una mente umana degli anni ’80 ’90 ma io aggiungerei una mente malata dell’uomo contemporaneo… Più volevo smettere di leggerlo, più volevo vedere dove si voleva arrivare e più volevo bocciare in pieno questo libro, più ora posso capire il successo che ha avuto, nonostante non ci siano termini spazio temporali precisi, non c’è una trama ben definita e il linguaggio non sempre perfetto ma forse la traduzione non è allineata con lo scrivere dell’autore.

Patrick Bateman è il nostro “eroe” positivo e negativo, o forse è il nostro non “eroe”(non posso definire eroe uno che ammazza a caso persone, diciamo che è un attimo ironico), mi sono perso, dicevo Patrick Bateman è un giovane ricco, lavora a Wall Street, maniaco del fisico(in palestra tutti i giorni), di vestiti(e molto critico sull’abbigliamento degli altri), di belle donne(fidanzato ma ovviamente ha mille avventure con escort e non), di sesso(non può farne a meno), di ristoranti super lussuosi(va in crisi quando non riesce a prenotare nel ristorante più in della città), di droga(soprattutto di cocaina) talmente maniaco che diventa folle come se la sua mente impazzisca e per venirne fuori da questo stato ipnotico uccide barboni, prostitute, bambini, ragazze abbordate, colleghi, nei modi più atroci che si possa pensare.

In queste pagine piene di descrizioni violente, sanguinarie e a volte raccapriccianti, troviamo la vita di tutti i giorni fatti di aperitivi, cene in locali lussuosi dove la superficialità viene esaltata alle stelle, dove conta l’apparire che ovviamente l’essere, dove un abito armani e la limousine sono principi fondamentali per una vita degna di essere vissuta, ci troviamo davvero dove ci si annulla per primeggiare, dove non c’è esistenza, dove ci si deve fare di coca, dove, per forza di cose, impazzisci, torturi e uccidi..

Ora questo stronzo maniaco malato la fa sempre franca(la polizia non lo becca mai ma è possibile??), mi domando se fosse frutto della sua mente tutti gli omicidi commessi????

Unica che resta fuori da questo mondo perverso, è la segretaria di Patrick Bateman, ma ha un piccolo neo ma proprio piccolo, è follemente innamorata di Patrick Bateman……… ma cazzo!!!!

Annunci

12 pensieri su “American Psycho – Bret Easton Ellis

  1. Io il film l’ho visto. Non è un capolavoro da Oscar, ma mi è piaciuto. Christian Bale non si può dire un attore incapace, anzi, la parte la recita molto bene. Discrezione personale, poi, il fatto che piaccia o meno la storia.
    Ah, c’è pure una particina di Jared Leto (il tossico gli vien sempre bene, chissà perché…). Secondo me dovresti buttarcele quelle due orette per vederlo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...