Se ti abbraccio non aver paura – Fulvio Ervas

wpid-20141001_111128.jpg

Un papà, un figlio autistico, un’estate, un viaggio, una moto, 2 zaini, due continenti, Stati Uniti, Sud America, una storia vera e il resto viene da sé.

Lo consiglio a tutti di leggerlo e tenerlo sempre in vista nella vostra libreria perché vi apre e vi avvicina a mondi così lontani apparentemente ma così vicini a noi.

L’autismo è un mondo in cui più delle volte viene proibito di fare cose, di evitare di farne altre, il papà Franco sembra voglia rompere questo schema rigido e forse stufo di seguire terapie, stufo di illudersi in nuovi metodi di studio, decide di fare un viaggio pazzesco lui e suo figlio Andrea con una moto in continenti lontanissimi da dove vivono.

Sembra una ricerca della libertà perduta, mi sono immaginato nel leggere questa storia i due protagonisti sulla moto che sfrecciano veloci in queste strade deserte di dimenticarsi dei problemi e agguantare con la propria pelle, con la propria forza e con la loro assoluta difficoltà questa libertà!

Un viaggio fantastico pieno di dolore, di amore, di sorprese, di assoluta imprevedibilità che la vita da, un viaggio che parte da Miami, attraversa l’america  per New Orleans, Santa Fè, Denver, Las Vegas per poi arrivare a Los Angeles, decidere di andare in Messico per finire in Brasile.

Un viaggio dove nella prima parte negli Stati Uniti, paese ultra sviluppato ultra avanzato ultra per tutto, il problema dell’autismo è riconosciuto, è conosciuto ed è rispettato si ma si sente che il problema è di chi lo ha e viene poco accettato, mentre in sud america(dove povertà e sottosviluppo fanno da padroni) in mezzo agli Indios, l’autismo è visto come quasi una caratteristica di una persona, una diversità si ma assolutamente in grado di poter vivere ed essere il capo di un gruppo di ragazzi, infatti andrea vivrà insieme per diversi giorni con ragazzi che lo vedono come capo gruppo.

Un libro che ti toglie respiro per l’autenticità della storia, del rapporto papà figlio e della bellezza di andrea. Vi lascio con sto video e poi andatelo a comprare adesso subito.

Annunci

3 pensieri su “Se ti abbraccio non aver paura – Fulvio Ervas

      • Appunto: “Suo figlio probabilmente è autistico. L’autismo vero è tutt’altra cosa, non è passibile di miglioramento, né tanto meno di guarigione. Poi ci sono delle sindromi simil-autistiche, con alcuni sintomi simili a quelli dell’autismo, e su quelle si può lavorare.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...