Norvegian Wood – Murakami

wpid-20141116_155901.jpg

La pioggia incessante e devastante di ieri mi ha tenuto a casa, mi ha accompagnato a finire questo libro, (il primo che leggo di questo autore così famoso), e mi ha dato un senso ancora più realistico e sentimentale che è Norvegian Wood, Tokio Blues.

Norvegian Wood è una canzone dei Beatles tanto cara ai protagonisti del romanzo, attraverso la quale si costruisce un lungo ed interessantissimo flashback del protagonista Watanabe che cresce intorno a Tokio negli anni 60 e 70, districandosi tra due storie d’amore diverse e parallele come quella con Naoko e quella con Midori.

E’ una storia non certo allegra perché vengono a mancare persone amiche dei protagonisti, ma la scrittura ben scorrevole e gli aspetti caratteriali non banali dei personaggi rendono la lettura piacevolissima, è una storia di adolescenza, di crisi di identità, di solitudine e di amore.

Sembra che tutto ciò che accade intorno al protagonista cioè le contestazioni politiche sociali delle università di quegli anni così come il resto non interessano a Watanabe perchè è perso nel labirinto delle storie d’amore con le due ragazze, una opposta all’altra, Naoko dolcissima, di spirito profondo educatissma e Midori( la mia preferita) più spavalda, più diretta, più estroversa, ma nello stesso tempo dedita alla famiglia, alle cure dei genitori, mostrando non solo un carattere burlone ma anche uno più maturo.

Pensavo di fare fatica a leggerlo, ero molto diffidente e non so perché, chissà che potevo pensare, ma sicuramente mi ha stupito il modo di approccio di questo scrittore giapponese alla scrittura e a certi temi come il sesso trattato come un argomento come un altro e quindi senza tante censure e giri di parole, forse sul tema del suicidio è stato un po’ frettoloso, dico forse perché già così il libro è triste se approfondiva pure quell’argomento eravamo a posto! Certo è che il nostro Watanabe crescendo, diventando grande attraverso le perdite dei suoi cari amici, impara o inizia a capire che la morte non è una cosa a sé, non è una cosa da non pensare, ma semplicemente la morte fa parte della vita stessa!

Credo che leggerò altre storie di Murakami soprattutto perché è riuscito ad incuriosirmi e ad avvicinarmi, senza tanto clamore al mondo orientale!

Annunci

5 pensieri su “Norvegian Wood – Murakami

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...