Squallor – Fabri Fibra

2015-04-14 12.32.18

C’era troppo silenzio, forse, c’era troppa monotonia, forse, c’era poca originalità o forse poco rap provocatorio, o forse c’era troppa piacioneria(si può dire?) ma poi arriva quella mattina in cui tutti a parlare è tornato, ha fatto uscire l’album, solo su Itunes, è un pazzo, senza promozione senza niente, dall’oggi al domani senza preavviso, chi se lo caga più, poi leggi la conferma dallo stesso fibra su tutti i suoi social network, Squallor, uscito, 21 tracce su Itunes, album inedito con tante collaborazioni, forse nel mega dissing con vacca c’era già in pentola il disco e dal nulla boom è uscito e ora c’è anche in tutti negozi, non solo virtuali digitali ma anche quelli fisici dove vendono dischi.

L’album mi piace, parte piano poi prende velocità, si ferma, pausa, silenzio si ricomincia, boom esplode, non si sta fermi, si ondeggia, si ascolta, la testa a va a ritmo con i bassi e batteria elettronica che incalza, riempe lo spazio fisico e non solo, belle basi che vanno a pari passo con le mille rime di sfiber castro che si sente rivoluzionario nel fare una canzone in cui il ritornello è praticamente senza parole, “Come Vasco” è così, in radio magari non è molto radiofonico, ma dopo un pò che lo ascolti ti convince, senti le parole, e subito a dire ce l’ha pure con vasco, certo se vuoi fibra ce l’ha anche con i tuoi genitori, in realtà, è un testo forse breve ma chiaro, e proprio negli ultimi giorni i due hanno avuto parole di stima l’uno per l’altro. E’ un album che fa parlare molto di sè, non vuole rimanere nell’anonimato, Il rap nel mio paese è una bella fotografia di quello che non va, e finalmente ha dato una risposta alle infinite provocazioni del rapper milanese Fedez che spopola in classifica nei palazzetti, diciamo pure che è lui Fedez un pò il nuovo numero 1, alleato socio e amico dello zio del rap italiano, J-Ax. Un disco forte per basi ma anche per i testi che a mio parere ha un alone cupo cioè una sensazione di un rapper stanco dello squallore che sta attorno, non si capisce quanto sia felice ma sicuramente grato di essere dove sta, di avero uno studio dove poter registrare quello che vuole e di fare quello che in effetti fa. Sembra di poter leggere inquietudine, insoddisfazione a volte, stanchezza, ma tanta forza, tanta voglia di esprimersi e mettere in gioco tutto sè stesso al cento per cento!

In un momento, tra virgolette, storico per il rap italiano che sembra sdoganato, liberalizzato, riconosciuto dal grande pubblico, Fibra quasi si vuole rinchiudere, vuole essere il meno commerciale possibile, si vuole distinguere, tornando anche su linee underground, non è per niente scontanto e si rinnova in continuazione. Le mie preferite che cambieranno con il tempo ma per ora sono A volte con la collaborazione di Gel, Playboy con Marracash, sento le sirene, Rock that shit, Alieno,come vasco, no tra un pò le cito tutte ok mi fermo. Sono 18 nella copia fisica e ben 21 su Itunes, c’è da ascoltarlo tanto e credo che sarà un disco longevo per musica e rime doppi sensi metafore che faranno incazzare un pò tutti, perchè dice tutto il contrario di tutto, così in apparenza o almeno forse, certo si deve ascoltare e non avere una idea abbozzata, c’è chi lo attacca e chi lo attaccherà, ma Squallor ha la sua strada bene definita sa dove collocarsi, su questo non ho dubbi! Ben tornato! Mo vado prendo la macchina cd già inserito ok si inizia… troie in porsche troie in porsche… ops

Annunci

6 pensieri su “Squallor – Fabri Fibra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...