Cuore primitivo – Andrea De Carlo

2015-07-03 15.26.04

Una caduta da un tetto può creare od evidenziare mille problematiche di una coppia sposata da diversi anni dalla noia all’abitudine, dal non fare sesso a non essere ironici come un tempo, Craig è un uomo alquanto bizzarro, un antropologo, solo il nome verrebbe da evitarlo, molto schematico, molto riflessivo e si scopre molto paranoioco ma assolutamente veritiero e realistico, lei è Mara una scultrice di gatti, sembra l’opposto di Craig(inglese, con humor classico inglese) dicevamo lei è un’artista, non ha schemi, è molto solare, vive di istinto e che istinto pensando al finale, forse confusionaria, leggera, disordinata, ma crede nei sentimenti, è innamorata della sua casa al mare in Liguria, le piace quello che c’è in questo paesino Canciale, il contrario di lui che però per farla contenta x diversi anni passa le sue vacanze estive in Italia.

Da una caduta da un tetto, quindi, si sviluppa tutto il romanzo, dalla conoscenza degli abitanti di Canciale al rapporto matrimoniale dei due nostri personaggi non certo idilliaco per arrivare a chi farà i lavori di riparazione del tetto, un certo Ivo, un uomo che affascina la nosta Mara ma come avverte istintivamente suo marito craig ha dei lati oscuri che verranno fuori soprattutto nel finale della storia.

Quando parlo di Andre De Carlo sono troppo di parte, perchè è stato uno dei quei autori che a 20 anni ho consumato e riconsumato e quindi ogni suo libro per me è diventato obbligatorio leggerlo, perchè scrive bene, perchè riesce sempre a dare nuovi risvolti ai sentimenti amorosi e non, in questo romanzo ho trovato, però forse, un pò pesantuccio tutta la parte dei pensieri che ha Craig sul suo matrimonio, su mara, sul suo lavoro, mi sono sembrati pensieri accademici, quasi dei saggi che si staccavano un pò dalla trama, mentre la parte che ho trovato bella sono stati i silenzi, e tutte quelle domande che i personaggi volevano formulare ma che non riuscivano a dire, quante volte mi è capitato e mi continua a capitare!

Parlando di cuore primitivo il marito,a me antipatico noioso ma è un mio pensiero di lettore che ha un caldo fottuto dice “Non c’è niente di inspiegabile in quello che sentiamo o facciamo davvero; è solo che le spiegazioni ci causano imbarazzo e troviamo più conveniente non ricercarle con troppa insistenza.” antipatico si, ma puntuale!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...