Io sono Malala – Malala Yousafzai con Christina Lamb

2015-07-19 19.23.44

Il caldo, i turni di lavoro, il caldo, impegni quotidiani, commissioni e soprattutto il caldo (se non lo avete capito) mi ha fatto rallentare la lettura di questo bellissimo e ahimè triste libro ma che da una speranza che da voglia di reagire, di essere attivo e positivo in questa vita che non fa sconti a nessuno soprattutto a chi, paradossalmente, non ha niente e subisce ogni giorno ingiustizie di ogni tipo.

Siamo nella valle dello Swat, in Pakistan, a nord del Pakistan, di fianco c’è l’Afghanistan dove gli Stati Uniti bombarderanno dopo quell’11 settembre maledetto, facendo scappare i terroristi proprio lì in Pakistan, proprio lì dove una bambina di nome Malala Yousafzai vive la sua vita, con il desiderio di imparare, di leggere tutti i libri del mondo.

La storia politica del Pakistan e la sua evoluzione porta solo danni a chi ci vive, soprattutto da quando entrano in scena i talebani  e la loro distorta e assurda interpretazione del corano e dell’Islam che vede la figura della donna sottomessa, che si deve coprire, che non deve andare a scuola, che deve stare chiusa in casa senza sapere cosa le accade intorno.

Questi talebani fanno paura a tutti, perchè chi non segue le loro idiozie viene punito in modo violento, ma non fanno paura ad una bambina di 12 anni che supportata da un padre valoroso, protesta contro le leggi di questi pazzi, attraverso semplicemente libri e la penna.

I talebani temono questa bambina e lo dimostrano nel tentativo di ucciderla sparandole alla testa, Malala, ora ha 18 anni, è riconosciuta in tutto il mondo, riceve un sacco di premi per la pace, per la solidarietà, per il suo spirito di aiutare chi è in difficoltà, vive in Inghilterra, lei vorrebbe tornare nella sua valle, dicono che ora non è il momento, ma lei ha deciso che tornerà.

Sempre più convinto che leggere queste storie possa aiutare a capire come sta andando il mondo dove sta andando, non so se centra oppure no, ma quello che è successo a Roma a proposito di immigrati è proprio frutto di ignoranza folle, ecco ci vorrebbe che la gente leggesse che si informasse perchè la violenza non porta da nessuna parte.

“L’istruzione non è nè occidentale nè orientale, è un diritto umano.”

Annunci

4 pensieri su “Io sono Malala – Malala Yousafzai con Christina Lamb

    • Anche a me capita di trovarmi davanti a pagine che faccio fatica a capire mi aiuto leggendo altri commenti altri pensieri. Importante è tentare di capire che è sinonimo di apertura al mondo di sensibilità verso tutto! Buongiorno 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...