Il rumore delle perle di legno – Antonia Arslan

20160120_172127.jpg

 

Continuo nel viaggio della memoria di quella bambina che invecchia, Antonia Arslan si aggrappa agli odori, ai rumori, ai libri, alle immagini, ai racconti e aneddoti del nonno e intanto cresce e intanto il tempo passa, il mondo si evolve si involve ma il ricordo della tragedia è sempre lì non è così in primo piano come nei primi due libri, ma è sempre presente nelle parole, nel vento, negli occhi di chi non vuole dimenticare da dove proviene.

La bambina invecchia dicevo, entra nell’adolescenza, conosce l’amore, scopre la passione dei libri e dei viaggi che l’arrichiscono. Dopo Smirne siamo a Padova, in Italia, siamo quasi alla fine della seconda guerra mondiale, ci sono i fascisti e nazisti, ci sono le bombe, ma ci sono ancora i ricordi della famiglia armena, la felicità nell’apprendere che la guerra è finita, una nuova vita, una nuova casa, il ruolo dolce e fondamentale dei nonni, si sente il bene che la scrittrice vuole alla mamma che però stravede per l’altra figlia Paola, ma la bambina non si rassegna, e l’amerà nonostante non avrà mai l’attenzione desiderata.

Questo terzo episodio è meno incentrato sulle avventure o meglio sulle disavventure dei protagonisti ma più incentrato sul ricordo, sull’affetto, sul dolore, a volte mi sono perso negli aneddoti, ma nello stesso tempo mentre leggevo ho ricordato i miei affetti, la mia famiglia, le mie storie, la mia nonna, i miei zii e zie e questo è un aspetto per il quale non posso fare a meno dei libri, entro nelle storie degli altri per farle mie o per ricordare o rivivere alcuni momenti magari dimenticati ma basta una parola e si aprono improvvisi ed inaspettati flash!

“Ricordi usciti dalle loro scatole, che dilagano nel cuore, prendono possesso della mente, e quella luce diviene sempre più forte, acceca, confonde.”

 

Annunci

2 pensieri su “Il rumore delle perle di legno – Antonia Arslan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...