Storia di una ladra di libri – Markus Zusak

image

 

Finalmente ho finito questo bellissimo libro, dico finalmente, perchè tra ferie, matrimonio e quant’altro ho dedicato poco tempo a leggere, mo sono pure invasato di serie tv, mah sono proprio un cazzaro come direbbe il mio caro neo sposo romano, ma tornando a noi, anche se la foto è sgranata ma si vede una ragazzina che tiene stretta un libro con dietro un mondo alla deriva, ecco ho detto in sintesi la trama del libro..

E’ la storia di Liesel raccontata dalla Morte, dal punto di vista della Morte e siamo nella Germania nazista di Hitler, siamo negli anni del compimento di una follia di un uomo, siamo nel 1939 si crede che ci sia una razza superiore, si crede ad una pazzia ma per fortuna o purtroppo non tutti credono a questa pazzia..

Proprio la Morte racconta questa storia forte, viva, profonda, piena di dolore, di speranza ma piena paradossalmente di vita, la Morte è solita a raccogliere l’anima dal corpo defunto per portarla in alto e si accorse di Liesel e suo fratello morente in un treno che andava in una piccola cittadina tedesca…

Siamo nel 1939 nel libro e a volte mi chiedo quanto la storia possa aver influenzato la coscienza dell’uomo ai giorni d’oggi, che siamo in guerra ancora e per motivi assurdi e litighiamo tra noi esseri umani per come comportarci perdendo solo tempo e non trovando mai una soluzione reale per tutti e non per pochi( scusate il mio fuori tema ma leggo cose che mi fanno rabbrividire!).

Ritornando al libro non è un racconto di sterminio, è una storia di una bambina tedesca che vive la sua età in uno sfondo atroce e non certo normale, deve affrontare fin da subito la morte del fratello, il distacco dai suoi genitori per essere adottata da un nuovo papà e mamma, conosce un amico speciale e seppure incosciamente anche l’amore, impara a volere bene a persone che esternamente sembrano privi di affetto, stringe un rapporto di profonda amicizia con un uomo ebreo e soprattutto le piace leggere, le piacciono le storie, le piacciono le parole che le permettono di esprimere quello che le sta attorno che sente dentro..non è in realtà una ladra di libri perchè in effetti non ruba libri, è una bambina che cerca di prendere tutto quello che la vita le può offrire e i libri sono una garanzia, una salvezza…

 

“A volte penso che papà sia una fisarmonica. Quando mi guarda e sorride e respira io sento le note.”

Annunci

6 pensieri su “Storia di una ladra di libri – Markus Zusak

  1. Ti consiglio un libro, perché sei tu e ti considero un caro amico. Ne avrei voluto raccontare, perché mi è rimasto nel cuore e lo considero una piccola perla, però va bene anche così e spero tanto ti piacerà 🙂
    Si intitola Un amore di carta, titolo orrendo, mentre è molto più appropriato quello originale Le Liseur du 6H27 ed è di Jean-Paul Didierlaurent.
    Solo per Zilly! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...