Mio fratello rincorre i dinosauri – Giacomo Mazzariol

image

 

Non ne sapevo nulla perchè di questa storia se n’era parlato in televisione, sui giornali, perchè su youtube c’è uno stupendo video che ha avuto un sacco di visualizzioni ma fino poco tempo fa non ne ero a conoscenza, ma poi nel mio solito abituale giro tra i libri dopo il turno di lavoro, vengo catturato ed ipnotizzato dal titolo di un libro dalla copertina verde: mio fratello rincorre i dinosauri. Amore a prima vista!

Si cresce in una famiglia con mamma e papà e due sorelle ed un desiderio viscerale di avere un fratello e poi quel tanto desiderio arriva e si chiama Giovanni. Ma Giovanni ha un cromosoma in più, ha una diversità difficilmente comprensibile per un ragazzino che ancora deve crescere, un fratellino con la sindrome down comporta avere una sensibilità e maturità che devono crescere prima del tempo forse, e in questo libro Giacomo lo descrive molto bene, racconta la sua vita, la sua adolescenza a fianco al fratello, la scoperta del fratello, dal desiderio al rifiuto, dalla speranaza alla vergogna, sulla propria pelle sente il soffio inesorabile della vita che accarezza e taglia allo stesso tempo. Ma è un ragazzino che va alle medie poi alle superiori e attraverso le esperienze quotidiane capirà la grandezza, la forza, i superpoteri del fratello diverso si ma unico per la vitalità, per l’amore per la vita.

Giovanni rincorre i dinosauri e il resto non conta più, è un mondo fantastico pieno di colori e si trova a suo agio nel suo mondo, non importa che gli altri ridano di lui, perchè chi ci perde non è lui ma chi deride di lui, è libero, è sè stesso, senza freni, a volte magari troppo, ma si sente perfetto così com’è, senza pensare ai giudizi degli altri. Cazzo questa è una lezione che ancora io devo imparare, un libro che ti fa sorridere piangere, sorridere, piangere, maledire e alla fine ancora sorridere e commuovere! W Giovanni W chi con la sua diversità da supereroe ci colpisce e ci sveglia dal torpore nel quale ci infiliamo troppo spesso e ci sentiamo colpevolmente vittime di chissà cazzo cosa!

“La musica stava facendo quello che sa fare meglio: eliminare le differenze. Pensai che davanti a due amplificatori siamo tutti uguali. La musica entra nei corpi e i corpi reagiscono.”

“Giò era tutto, ma più di ogni altra cosa era libertà. Lui era libero in tutti i modo in cui avrei voluto essere libero io. Giò era tornato a essere il mio supereroe. E non avrebbe più smesso di stupirmi.”

Qui c’è il video che dicevo all’inizio!

 

 

 

Annunci

4 pensieri su “Mio fratello rincorre i dinosauri – Giacomo Mazzariol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...