Il potere del cane – Don Winslow

image

 

Inizio con mille pezzi di puzzle diversi che sembrano non far parte dello stesso quadro ma che poi pagine dopo pagine si incastrano a meraviglia. Si parte negli anni ’70 per arrivare nei primi anni del duemila. Dal Messico agli Stati Uniti, dalla Colombia alla Cina droga, armi, soldi, potere, mafia vecchia, mafia nuova, poliziotti corrotti, poliziotti non corrotti insomma il potere del cane…

Siamo in un inferno dove le anime vaganti siamo noi o meglio chi vive nelle terre del messico e al confine con la grande america, non esistono personaggi o protagonisti positivi, sono tutti macchiati da colpe ma per combattere il male dei mali devi per forza essere quanto meno spietato e assolutamente concentrato sul proprio lavoro. Art Keller,un poliziotto della Dea, lo sa ahimè, avrebbe una bella famiglia, una bella moglie con figli, una bella casa, ma un suo grave errore di valutazione in una complicata operazione di antidroga fa sì che debba rimediare e per rimediare deve per forza rinunciare alla sua vita per dedicarsi ai boss del narcotraffico, alla loro vita, alle loro follie morali e materiali.

Tra i tanti killers spietati emerge un irlandese, che quasi casualmente si ritrova ad assumere un ruolo importante tra polizia, mafia e politica. Anche lui macchiato da colpe alla fine si farà dominare per la prima volta nella sua vita, fatta di sangue, da emozioni e sentimenti. Le donne, infatti, hanno un ruolo determinante nel bene e nel male, sia per le operazioni antidroga, sia per estendere e aumentare la ricchezza dei capi del narcotraffico.

Sono 700 pagine di pura suspance, di pura follia, di pura realtà purtroppo, di scene crude, violente, di assoluta inquietudine nell’analizzare gli intrecci tra DEA, CIA, i boss della droga, nel combattere il “pericolo rosso” quando questo si incendia al confine con gli Stati Uniti.

Art Keller sono con te! Soprattutto quando ti ritrovi sempre con i tuoi infiniti e assurdi SSS…

(Sei Sempre Solo)

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...