Ligabue e la sua Italia! Made in Italy

ligabue-cover-made-in-italy

 

E poi arriva Riko che vive in Italia che sogna fin da bambino una vita bella serena e poi si trova a fare un lavoraccio non certo quello che ha sempre sognato ma per fortuna sua arriva il venerdì e non rompetegli i coglioni che per stasera si pensa ad altro che il lunedì fa presto arrivare. Perchè i pensieri della vita lo mettono sempre all’angolo, e poi arriva Sara, un matrimonio, un figlio, e i problemi si moltiplicano. Il tempo crea ostacoli tra lei e lui, ma saranno più vittime o più complici di una storia prosciugata e che non si riesce al momento a riprendere. A volte si dice meno male con vergona forse che non è toccato a me la sorte di chi si sta vicino, quel meno male un pò egoista che lo fa sentire più vivo e più cosciente in una giungla dove sembra oramai non essersi più regole. Ma in tutto questo marasma, in tutto questo caos che c’è fuori ha la sensazione di avere avuto una illusione di farcela e non solo per lui. Ma in questa bolla di illusione succede che ti ritrovi in una manifestazione e accidentalmente stare in mezzo a scontri tra chi non si capisce neanche poi tanto. E Rico è all’ospedale con 11 punti sulla testa a diventare famoso per poco tempo per una manganellata di un povero giovane poliziotto che chiede scusa. Ma in fin dei conti non è andata poi male perchè dalla botta in testa si è risaliti e la storia con Sara è ripartita piano piano fino a fare una seconda luna di miele in Italia, come in Italia? perchè no, fare un viaggio di nozze per i paesi belli della bella Italia è proprio una gran figata alla fine. C’è bisogno di fare, di non stare fermi di imparare a guardare e vedere un’altra realtà che non sempre è poi così brutta.

Un viaggio di canzoni attraverso un personaggio, un album che racconta una storia, un concept album, un disco che si intreccia intorno alle disavventure e non di un italiano che vive il suo tempo. Questo è il nuovo Liga 2016, ci regala 14 canzoni scritte e registrate senza tanto pensarci troppo( almeno così si dice), con melodie rock raggae pop, non si annoia mica, un album forse non immediato che arriva ascoltandolo poco per volta, per molti sarà un disco troppo pretenzioso che mira chissà dove, credo sia un disco piacevole proprio per la sua varietà, nonostante magari non abbia un singolo di impatto commerciale. ora lo riascolto per la seconda volta magari cambio idea o magari no ma solo il fatto che lo voglio riascoltare forse è un buon segno!

E chi di noi non si è sentito un pò un Riko un pò un antieroe un pò sfigato nella nostra bella e dannata Italia?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...