La morbidezza degli spigoli – Keith Stuart

 

Quando un libro ti parla e racconta qualcosa che ti incuriosisce, ti colpisce, quando un libro ti prende e ti domanda cose tue personali e allora vuol dire che arriva ti entra dentro. Eppure la storia di questo romanzo sembra lontana da me, eppure mi ha fatto tante volte fermare e riflettere sulle mie cose. Il potere del libro!

Un papà, un figlio e lo spettro di autismo che boh neanche gli esperti a volte sanno bene cosa vogliono dire, certo un figlio diverso dai suoi coetanei che fa fatica a seguire le regole i ritmi, le parole di chi ha attorno, forse perchè lui sta in un mondo dove è tutto ben delineato e se si affaccia nel mondo dei ragazzi della sua età si sente spaesato ed inizia ad avere reazioni a volte bizzarre, a volte violente,  insomma spaventato. Crescere un figlio non è mai stato facile, e questo padre sembra non trovare nessuna soluzione all’impotenza in cui si ritrova e sembra fuggire, non sembra, scappa proprio dal matrimonio e dal figlio nonostante l’amore che possa provare per il figlio e per la moglie.

Succede che il ponte che unisce due punti che sembrano così irrangiungibili così diversi, così lontani è un qualcosa che sarebbe da evitare a priori. Già perchè questo padre e figlio iniziano ad interagire con un videogioco, in una realtà virtuale in cui il figlio sa come muoversi e gestire le sue paure. Un videogioco in cui si costruiscono cose attraverso personaggi. E sembra paradossale ma Sam, il figlio, inzia a parlare e risponde alle domande del padre, si scopre quanto sia bravo a giocare e quanta profondità ci sia dentro ad un bambino che di primo impatto rifiuta il mondo esterno. Lui, infatti, ascolta, capisce e piano piano fa entrare nel suo mondo il suo papà.

Non sono padre, ahimè, ma mi ci sono rivisto in questo padre smarrito da sempre, non tanto per un figlio che non sa come affrontare, ma per l’atteggiamento alla vita a volte troppo remissivo e poco propenso alle opportunità che capitano ma che sbadatamente non vediamo subito.

E’ proprio vero che a volte gli spigoli sono così morbidi da restare incantati!

 

Annunci

4 pensieri su “La morbidezza degli spigoli – Keith Stuart

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...