Metti un weekend a Misano per la motogp senza vale ma con le 3 teste di cazzo.

 

 

Me lo avete chiesto, e poi è arrivato, cosa? Misano. Ma direte chi ha mai chiesto di Misano? Nessuno ma le tre teste di cazzo si son organizzate mesi addietro per andare a vedere vale, una gara di Motogp, stare anche un pò al mare, fare insomma un weekend anzi l’ultimo weekend dell’estate all’insegna del caldo, delle moto e del resto!

Viaggio di andata credo perfetto, chi diceva farete ore ore di coda, ma dove? 3 ore e 44 minuti eravamo davanti al bellissimo hotel prenotato vicino al mare, diciamo: questo hotel deve essere stata una ex colonia nel suo losco passato, ma per noi uomini che non devono chiedere mai, è risultato funzionale per quello che doveva servire e cioè appoggiare gli zaini e dormire. Aperitivino di fronte al mare, gran mangiata di pesce, girettino sul lungomare e poi dritti a letto che la sveglia cantava alle 6.42.

Alle 7 c’è stato un raggio di sole che ha dato false illusioni del tempo che poi è stato e cioè pioggia dalle 7.56 alle 13.46. Parcheggiato distante dal circuito per non cadere al ritorno nel blocco totale delle macchine, subito Kway, ombrello e pedalare verso la mia prima gara della motogp senza però vale ahimè! ci siamo posizionati in una zona del prato dove si vedeva una buona parte del tracciato e via warm up delle tre classi, poi le tre gare. Il prato è diventato fangosissimo e la gente cadeva come birilli come una delle tre teste di cazzo che verso la fine si è fatto sdraiato mezzo prato. Ma nonostante la pioggia, il fango, la stanchezza è stata una giornata da ricordare, grande atmosfera, grande tensione per la gara e gran festa finale sotto il podio anche se ha vinto quello stronzo ma fortissimo Marquez fischiatissimo da molti.

Il ritorno è un’altra storia, una epopea, una serie di eventi che si sono succeduti uno dietro l’altro che han confermato che è stata una giornata memorabile: 9 ore di viaggio fatte tra pioggia, incendenti stradali, soste fatte, macchine che non uscivano dal parcheggio manco a morire per colpa del fango, ragazze che fanno il medio a 3 bravi ragazzi solo perchè (forse ma non lo sapremo mai) in un tratto di coda in autostrada, fermi, la mia macchina stava andando indietro con velocità pari allo zero e le ragazze hanno suonato in modo aggressivo, ma non ci siamo toccati per nulla, qualche risata, e 32 secondi dopo si superano col medio, succede anche questo alle povere tre teste di cazzo. Ma una cosa che mi ricorderò bene è quel bambino della repubblica ceca con i suoi genitori,  con il suo cappellino VR46, con le sue cuffie, con le sue moto giocattolo in mano, per lui la pioggia, il fango, il freddo faceva parte del gioco, erano motivi in più per ridere e sorridere!

Quante cose che ci devono insegnare i bambini!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...