Manhattan Beach – Jennifer Egan

 

L’ho sentito spesso questo titolo nelle ultime settimane e anche l’autrice, poi avevo visto una video recensione del ragazzo fortunato Lorenzo molto entusiasta e alla fine per vie traverse me lo sono ritrovato tra le mani e senza pensarci mi sono buttato in questo romanzo tornando negli anni ’30 ’40 a New York con la seconda guerra mondiale in ebollizione…

Ci sono tanti elementi che compongono questo libro dalle navi ai palombari, dalla mafia alla guerra, tutti accomunati dall’acqua che tiene nascosto e poi scopre i mille segreti di uomini e donne che vivono un momento storico molto forte.

Anna e la sua famiglia sono assolutamente i protagonisti del romanzo, Anna è una donna che vuole diventare palombara,  lavoro rigorosamente maschile, e la sua insistenza e volontà la porterà lontano, Anna ha una sorella con una forte disabilità fisica che crea tensione nella famiglia, il padre, infatti, abbandonerà moglie e figlie e non si saprà più nulla se non verso la fine del romanzo. Anna dovrà affrontare il passato del padre e si imbatterà in un boss malavitoso per il quale il padre lavorò. Insomma sta povera fanciulla dovrà sudare le famose sette camicie per trovare un pò di serenità.

Bello ma non mi ha fatto impazzire come Jovanotti, sarà il caldo, le vacanze che non arrivano più ma in alcuni punti mi sono un pò perso ma rimane un romanzo scritto decisamente bene e l’acqua fa sempre tornare a galla quello che non vuoi più vedere…

 

 

Le ragazze non hanno paura – Alessandro Q. Ferrari

 

Vista di sfuggita la presentazione di questo libro, ho apprezzato il porsi semplice e naturale dell’autore che mi ha convinto ad entrare nel suo mondo, nel mondo di queste ragazze che non hanno paura, tra le quali non ci sono solo ragazze ma c’è anche un certo Mario che ci farà vivere le sensazioni, i pensieri, i sentimenti di ragazze che si affacciano per la prima volta nel mondo adulto adolescenziale.

Mario, vittima di bullismo nella sua scuola, viene mandato da sua madre preoccupatissima, nel periodo delle vacanze estive a Castelnero, paesino del Piemonte nella casa della zia. Ritorna in modo quasi costante nei nuovi romanzi degli ultimi anni il tema dell’estate, dei ragazzi tredicenni, avventure, e soprattutto la scoperta di se stessi attraverso quello che la vita fa capitare.

Si troverà ad innamorarsi, a fare parte di una banda di ragazzine, a scontrarsi con altre bande, a vivere per la prima volta senza la mamma vicino, a guardare in faccia la morte e a ricordarla, ad entrare in un mondo quasi fantasy, sembra di essere ad un certo punto in un bosco magico, sembra che esista un altro mondo, loro lo chiamano il sottomondo, quasi quasi ci credo ma poi ecco che torni alla realtà, alla capacità delle ragazze di aver anche paura ma di affrontarla , di andare avanti, di trovare sempre una luce e si conclude la storia con una lettera di lei che gli scrive:” Il mondo non è di nessuno, lo sapevi? Eppure, proprio per questo, credo possiamo prendercelo noi e farci quello che vogliamo, basta che sia qualcosa di bello. Lei avrebbe saputo che cosa farci, lo so. Ma tocca a noi. Mario. Noi siamo vivi.Credici, io ci credo.”

Finale pieno di forza e di speranza nonostante questa terra maledetta!