Invidia il prossimo tuo – John Niven

Son tornato! La crisi della lettura c’è, l’avverto, ma l’amore per i libri, copertine, titoli, librerie è rimasto intatto, lo capisco perché vero posso stare (ora) diversi giorni senza leggere ma poi c’è quella vocina dentro di me che mi stuzzica e mi stimola ad andare alla ricerca di storie e con John Niven non si sbaglia mai, autore molto ironico, molto sopra le righe che ci presenta sempre personaggi e mondi alquanto bizzarri ma che in realtà è lo specchio di una società che cerca di sopravvivere ai tempi senza sosta come quelli di oggi!

Invidia il prossimo tuo ci fa conoscere due amici che ai tempi della scuola uno, Alan era il classico studente bravo ma sfigato nella vita sociale e l’altro Craig il belloccio, la rockstar che intraprende una luminosa apparente carriera musicale. La vita col tempo li divide e Alan ha una bella famiglia una bella casa un bel lavoro da scrittore o meglio recensisce ristoranti e quant’altro, mentre Craig cade nella disgrazia, costretto a fare l’elemosina. Un giorno, per caso o forse proprio no, c’è l’incontro tra i due amici e Alan si presta senza pensarci minimamente ad aiutare l’amico in difficoltà, ospitandolo a casa a a fare conoscere la sua famiglia, il suo mondo.

Si entra in una bella storia di amicizia, ripeto forse, perché la storia prenderà una piega strana e ci fa riflettere quanto siamo invidiosi degli altri, ma non solo di chi non conosciamo ma addirittura dei nostri amici che in qualche modo tra virgolette ce l’hanno fatta, pensate ai social come Facebook o Instagram, tutti a mostrarsi in ogni dove con chi e perché.

Avrete intuito che la situazione si ribalterà e io personalmente mi son domandato ma siamo sicuri che a fare delle belle azioni stiamo tutti meglio? John Niven ci consiglia vivamente di stare attenti e anziii!!

La lettrice di Cechov – Giulia Corsalini

Tra gli scaffali della mia libraia preferita c’era questa copertina che chiamava Cechov, un autore che mi ha sempre affascinato alle superiori per i suoi racconti semplici ma diretti al punto, ed è stato un attimo sceglierlo ed avere curiosità della protagonista della storia!

La letteratura o meglio l’amore per la letteratura è un must di questo romanzo in cui la protagonista è una gran studiosa e ama lo scrittore russo Cechov e per coincidenze non tanto poi coincidenze si troverà in Italia a collaborare in un istituto di slavistica, trattando di Cechov e dei suoi racconti.

La storia è semplice ma piena di vita, di umanità, di amore, di povertà, di piccole cose buone, una storia come tante ne sentiamo ai nostri giorni, di un marito e moglie con i loro problemi, una madre e una figlia e le loro incomprensioni, un amore mai sbocciato, una voglia di riscatto soprattutto femminile nel vivere con dignità, una storia di sacrifici per l’amore della propria famiglia che però non viene vista bene per diversi accadimenti che la vita ci riserva! Ripeto una storia semplice ma entra dentro nelle viscere di chi vive, soffre e resiste!