L’amore imperfetto – Nunzia Volpe

Tutto quello che sta succedendo che mi sta succedendo è davvero surreale, non trovo altro aggettivo, è il classico tunnel dove più cerchi la luce più sembra complicato trovarla, in tutto questo marasma totale della mia vita personale stravolta in due mesi più l’emergenza che tutti noi italiani stiamo attraversando, vivendo sono riuscito a ritagliarmi qualche spazio di tempo per leggere il secondo libro di una mia amica anche se non lo è davvero in realtà forse ma me lo immagino che potremmo esserlo, Nunzia Volpe.

Storia dolorosa, che forse in questo mio periodo personale non era ideale leggerlo, storia di violenza, storia di ingiustizia perché in fondo la protagonista è troppo piccola per meritarsi il non amore il non affetto il non sentirsi amata dai propri genitori, una storia travagliata dall’inizio alla fine in cui trova pace solo negli occhi di una sua amica conosciuta in vacanza, troviamo tutto l’amore possibile e il contrario, troviamo tutto l’odio possibile e il suo contrario, ma in tutta questa costante ed intensa sofferenza io trovo o meglio la protagonista quindicenne Sofia trova ancora la possibilità di amare, di sognare , di vivere, di cambiare, di poter cambiare, di desiderare, di potersela fare, e allora forse questo libro potrebbe essere per me un segno che in questo casino in cui sto passando dove non c’è veramente un attimo di pace, ci sia il tempo, lo spazio di una rinascita anche se la vita non guarda in faccia nessuno soprattutto ora!