La ballata della città eterna- Luca Di Fulvio

Il libro precedente dell’autore di questo romanzo mi aveva letteralmente folgorato per scrittura, trama e quando sai che è uscito il nuovo libro di quello scrittore che ti aveva così coinvolto non puoi fare altro che comprarlo ad occhi chiusi! Le premesse di questo libro non erano delle migliori perché rientra in quel genere di romanzo storico che mai ne sono stato così attratto e se sommiamo a questo le 600 pagine che ne fanno il classico tomo ero un attimo dubbioso ma poi leggo l’inizio del libro e tutto scompare entro completamente nel mondo descritto di una Italia appena unificata tranne Roma guidata governata difesa dal Papà…e proprio lì nella città eterna che si incroceranno i destini di Pietro e Marta accomunati da un passato difficile e da una voglia di riscatto..

In questo viaggio c’è un circo pieno di personaggi affascinanti, c’è una contessa che è più povera di un barbone che dorme nelle strade malfamate di Roma, c’è un soldato francese di nobile animo, c’è l’albanese il cattivo dei cattivi, c’è la mamma di tutte le mamme cinica irriverente cruda ma con tanto cuore e potrei andare avanti all’infinito, sì perché la bellezza di questo romanzo non è solo la storia e l’intreccio in sè ma sono i variegati personaggi che compongono questa storia che si anima in una Roma senza padroni tra luci e ombre…