Sì, no, Sto cazzo

Sì, no, sto cazzo, non lo so vedo sento leggo tutti agguerriti pure incattiviti ed io non ho ancora capito, tutti bravi e sapientoni nelle loro posizioni io invece no, ho provato a leggere la riforma non ho capito un cazzo, me la son fatta spiegare e mi dico ma non è male poi arriva quello del no che mi spiazza e mi dice che ci inculano tutti che andiamo incontro ad una dittatuta d’altri tempi, ma cazzo è un referendum su una riforma della costituzione la quale riforma è stata comunque vista letta da tutto sto cazzo di parlamento che però ora è diviso come se non ci fosse un domani. Cazzo avete fatto una riforma che poi non la volete votare boh. Non capisco. Non capisco questo senato che scompare che però invece viene costituito da un insieme di uomini scelti dal governo, no ragazzi, è vero sono ignorante al quadro e sicuramente dovrò rileggere tutto e per bene. Mi informerò ancora. Certo è una cosa, io non mi sento per niente sicuro di quello che andrò a votare perchè non vedo chiaro le cose o almeno non sono in grado in questo momento di dire se è buona o no la riforma. e mi chiedo quanti italiani saranno nella mia situazione? Per me tanti ma tra questi tanti si faranno abbindolare dal fatto che sia più un voto politico che un voto per migliorare la nostra costituzione. Voto SI allora sto con Renzi, Voto no stai con Grillo o Salvini(oddio non voterei no solo per Salvini). Io vorrei votare pensando di migliorare l’Italia che litiga con sè stessa ma non basterebbe fare leggi giuste per tutti? la politica non serve a questo?

Zilly ma dove cazzo vivi? leggiti i libri e non rompere il cazzo.

ok. ma giuro mi informerò fino al 4 di dicembre.

Tiè!

 

 

Evviva le librerie

 

Agosto, una strada con poche macchine di una Milano deserta

Un ragazzo con le cuffie  cammina in mezzo ai negozi chiusi

non tutti chiusi, c’è una luce di libri che resiste a questa estate in piena attività

è una libreria piccola, color lilla, con tanti libri tutti incastrati con un loro ordine

copertine, storie, parole, vite riempono un piccolo spazio che diventa magicamente infinito

la padrona di questo piccolo mondo sorride e sogna(e fa bene), anche per lei sono arrivate le vacanze ma non per i libri che custodiranno questo piccolo mondo fino alla sua riapertura!

Evviva le librerie, quelle dove ci si sente per un attimo a casa

 

E’ proprio vero

canzoni-pubblicita

 

E’ proprio vero che basta una canzone e sei fregato, nonostante il tempo, nonostante le scuse

E’ proprio vero che non c’è distanza che tenga per sentirsi così vicini, nonostante la vita corre corre senza aspettarti

E’ proprio vero che non servono a niente le parole, se tutto è così forte dentro al nostro piccolo e sfigato mondo interiore, nonostante le cose fuori vanno nella direzione opposta.

E’ proprio vero, cazzo punto. Ridi pure ma ci si rialza sempre(dicono) e intanto una birra grazie.

 

Quote challenge – Day 3

libri-forum

 

Eccoci arrivati alla terza giornata di questo Quote Challange dove farò le mie ultime 3 citazioni di libri che ho letto che ho amato; intanto sto per finire un libro pieno di suspance, di colpi di scena e di narcotraffico!!

1 “Vieni da me. Sarò nel blu tra cielo e mare dove il tempo si ferma e noi siamo l’eternità che scorre come un fiume.” NEL BLU TRA IL CIELO E IL MARE – Susan Abulhawa

2 “Ricordati sta cosa, che la mafia può esistere solo dove la gente vuole che esista. Anzi è sempre una scelta.” ALVEARE – Giuseppe Catozzella

3 “non soffro perchè sono fuori dal mondo, ma perchè ci sono troppo dentro. Dentro nel mio mondo, dentro nel vostro e dentro nel mondo di mezzo.” BACI A TUTTI – Andrea Antonello

Bello questo gioco se si può chiamare così perchè da l’occasione di riprendere anche per un momento in mano dei libri che da un pò non leggi e ti saltano in mente tante cose!

Quote challenge – Day 1

libri

Ok ok da un pò che non scrivo tra letture (poche ma belle e piacevoli lunghe) e lavoro mi sono perso via e forse 4 giorni di ferie me le faccio ma intanto ringrazio  Melina per avermi taggato (o meglio me lo ha imposto in un commento, si scherzaaa!!) e dato così la possibilità di partecipare al Quote Challenge.

Le regole per partecipare sono semplici :

3 giorni

3 candidati al giorno (nomino tutti quelli che si sentono e han voglia di farlo!)

3 citazioni di libri al giorno

Day 1, o meglio primo giorno tra citazioni, pagine, libri, storie, cuori, vite!

1 “Preferiamo ignorarla, la verità. Per non soffrire. Per non guarire. Perchè altrimenti diventeremmo quello che abbiamo paura di essere. Completamente vivi.”  FAI BEI SOGNI – Massimo Gramellini

 

2 “L’istruzione non è nè occidentale nè orientale, è un diritto umano.” IO SONO MALALA  – Malala Yousazfai

3 “Un’incredibile immersione in un soffice cuore variopinto che è l’amore universale, in cui i colori differenti non sono altro che le diverse toppe con cui è rammendato il respiro del mondo”  NON DIRMI CHE HAI PAURA – Giuseppe Catozzella

 

Spero domani di fare il secondo!!!

 

 

Giornata di sole

image

 

Oggi, un riposo, un sole e una Milano colorata

Tra coriandoli, bambini vestiti da superoi e masha e l’orso

il cielo libero, nemmeno una nuvola a disturbare le file per entrare nei musei

ed io a godermi di quello che respiro, perchè si tratta solo di vivere una giornata di sole

E poi mi infilo tra le librerie, tra i libri, tra i titoli infiniti, tra le copertine più assurde

e mi ritrovo ad uscire da questi posti magici senza tempo con una valangata di libri

che mi ricordano quanto cazzo sono fortunato a godermi di una giornata di sole.

Già, perchè non possiamo goderla tutti, ma dico tutti, una giornata di sole, senza

essere rincorsi dai guai degli altri, dai pregiudizi, dall’ignoranza, dall’egoisimo

me lo spieghi? e dammi pure del buonista del cazzo, ma rispondimi, perchè?

Perchè io si, loro no? Spiegatemelo, cazzo!

staz

Questa foto l’ho presa da facebook, precisamente dal facebook di Saverio Tommasi, è una foto che rispecchia Milano ora, ma direi l’Italia ora, voi che ci vedete? Cosa vi fa scaturire? Saverio Tommasi scrive questo che condivido in pieno:

“Se vedi la scabbia sei Gasparri.
Se vedi il ritardo dei treni sei bischero.
Se vedi uomini neri sei un uomo bianco.
Se vedi degli uomini, sei un uomo.
Se in primo piano sulla destra vedi tua figlia, sei la mamma o il babbo che hanno rischiato la vita per dare a lei la possibilità di scegliere.”

Una bella riflessione, una foto drammatica ed un problema enorme. Io insisto che con l’odio, il razzismo, l’essere intolleranti anzi la tolleranza zero non risolvi un cazzo. certo poi se vogliamo dire che i “negri” stuprano che ammazzano che fanno cose ignobili per convincere gli italiani che il problema si risolva con ruspe, rispedendoli indietro come merde, allora mi arrendo.

Il problema c’è, dobbiamo trovare una dannata soluzione, ma non utilizziamo i fatti di cronaca(che sono vergognosi e devono sempre essere condannati) per giustificare il non volerli, l’odio esasperato, vogliamo entrare nei loro mondi? vogliamo avere la sensibilità di capire la fortuna di essere nati in un pezzo di mondo in cui abbiamo tutto? Quanto è giusto che noi abbiamo tutto e altri no? c’è un essere umano che è meglio di un altro essere umano? Ora so già i pensieri, invitali tu a casa tua! questi sono la rovina del mondo, ecc…

Leggi e vivi Tag di 25 domande sui libri

2013-01-27 14.37.25

Ringrazio di cuore il blog di  https://violetadyliopinionistapercaso.wordpress.com
che mi ha taggato con un nuovo tag creato dalla blogger di https://raccontidalpassato.wordpress.com
Questo tag é dedicato a tutti i blogger che amano leggere e scrivere ed é composto da 25 domande sui libri.
Le regole di questo tag che mi piace molto sono molto semplici :
* nomina almeno 5 blog a cui fare le domande
* cita sempre il blog che ha creato il tag
* ringraziare con un articolo il blog che ti ha taggato
* avvisare i blog che hai taggato

Bene allora sotto con le domande!

1) Come scegli i libri da leggere?
Dall’istinto, dalla copertine, da un argomento di cui voglio sapere di più e da un autore che non mi ha mai deluso!
2) Dove compri i libri: in libreria o online?
In libreria assolutamente, ma qualche ebook l’ho preso
3) Aspetti di finire la lettura di un libro prima di acquistarne un altro oppure hai una scorta?
Io non aspetto ogni giorno è buono per farmi prendere dall’istinto e comprare libri, ora ne ho 7 da leggere in coda
4) Di solito quando leggi?
Dopo lavoro nel pomeriggio, alla sera oramai non riesco più mi addormento facilmente!
5) Ti fai influenzare dal numero delle pagine quando compri un libro?
Direi di no, ma se il libro ha 800 pagine, dico cazzo 800 pagine oppssssss
6) Genere preferito?
Mi piace quasi tutto spazio troppo per avere un genere preferito, attualità storia sentimentale fantascienza fantasy se c’è una emozione la seguo e via!
7) Hai un autore preferito?
avevo Andrea De Carlo come autore nella mia adolescenza poi ora ne ho tanti troppi e direi per fortuna!
8) Quando è iniziata la tua passione per la lettura?
Una alternativa a suonare è sicuramente la lettura, ed intervallare tra musica e libri è paradiso, direi che ai 20 anni ho iniziato ma è da 2 anni che mi sono proprio appassionato
9) Presti i libri?
si si perchè no!
10) Leggi un libro alla volta oppure riesci a leggerne diversi insieme?
una alla volta rigorosamente!!
11) I tuoi amici/famigliari leggono?
Direi poco, infatti condividere questa mia passione non è facilissima!
12) Quanto ci metti mediamente a leggere un libro?
Dipende dai ritmi del lavoro. cmq ho una media di un libro alla settimana che per me è un record incredibile.
13) Quando vedi una persona che legge (ad esempio sui mezzi pubblici) ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?

Si son proprio un curiosone nato

14) Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne uno soltanto quale sarebbe?
Sarei davvero in crisi, non lo so per davvero, ma sceglierei forse un libro che mi han regalato che mi ricorda la persona che me lo ha regalato, o forse no, no davvero difficilissima sta domanda!

15) Perché ti piace leggere?
Mi piace leggere perché mi fa capire, mi fa evadere, mi rende più aperto al mondo, mi fa pensare, mi fa sognare, mi arricchisce
16) Leggi libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) o solo libri che possiedi?
Leggo libri che possiedo o che mi regalano per ora.
17) Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire?
zerozerozero di saviano lasciato a metà perchè non ero troppo attento e l’ho lasciato per riprenderlo quando avrò l’ispirazione
18) Hai mai comprato un libro solo perché aveva una bella copertina, e cosa ti attrae nella copertina di un libro?
Direi che è successo ma io dopo la copertina associo il tutto al titolo al formato, quindi do importanza alla copertina ma non è tutto, certo che i colori i disegni una foto particolare può catturare la mia attenzione!
19) C’è una casa editrice che ami particolarmente, e perché?
no tutte le case editrici le trovo carine anzi ne farei una io se potessi!
20) Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni “al sicuro” dentro casa?
in spiaggia no perchè, mi faccio distrarre troppo dalle bellezze intorno ahimè e mi deconcentro, ma nei viaggi il libro è matematico!
21) Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente?
L’esercito delle cose inutili Paola Mastrocola ultimamente
22) Come scegli un libro da regalare?
Scelgo in base alla persona a cui andrà questo libro, di solito è un libro che ho letto e che mi è piaciuto tanto
23) La tua libreria è ordinata secondo un criterio, o tieni i libri in ordine sparso?
La mia libreria é caos e mi piace spaziare disordinare e ricreare ordine secondo logiche di un folle
24) Quando leggi un libro che ha delle note, le leggi o le salti?
Leggo tutto .
25) Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libri o le salti?
Le leggo tutto o prima o dopo.

Taggo

https://pantufl90.wordpress.com/

https://liveeread.wordpress.com/

http://langolinodiale.com/

https://leparolesegretedeilibri.wordpress.com/

https://liloyblog.wordpress.com/

Ciaoo

Quale merito ho, io?

handala1

Da un mio pensiero, è nato un lavoro, una sorta di quasi dialogo e una collaborazione con

http://jeiemerwinashleigh.wordpress.com/   (bravissima come sempre!)

lei ha scritto in versi quello che io covo dentro di me, in questo periodo di vacanze..

E’ dagli inizi di luglio che ritornano notizie forti, crude, violente, senza senso di una situazione che non si riesce proprio a sbrogliare, a risolvere da sempre, sulla questione Gaza, Israele, Palestina, Egitto. Non capisco e più leggo, più non capisco, datemi dell’analfabeta, dell’ignorante, ma io non capisco…

Poi vai su facebook, twitter, tutti bravi con le loro frasi ad effetto e non capisco ancora di più perché chi le condivide queste immagini non sa neanche di cosa sta parlando.

 

 

E’  tempo
tempo di capire

è tempo di sciogliere
i fili che ruvidi s’
attorcigliano

Piattaforme digitali
che ammassano immagini e
notizie

ma non sanno quello che
dicono

 

Guardando la cartina geografica, vedo un grande territorio, Israele che si affaccia anche sul mare, in mezzo ad esso la Cisgiordania. E in fondo a sinistra prima dell’Egitto, una cosa piccola, sì proprio una striscia, quasi inesistente al mio occhio confronto alla cartina, che è questo territorio tanto martoriato, tanto conteso, tanto voluto, tanto odiato, tanto desiderato, la striscia di Gaza. E’ un territorio ad alta densità di popolazione pazzesca, età media molto giovane, un territorio che strabocca di uomini donne e bambini. Questo territorio fu governato prima dall’Egitto, poi dopo una guerra da Israele e infine con tempi e modi lenti e discutibili viene presa dall’autorità nazionale palestinese. Il contendere è forse, ma non so spiegarmelo bene, che Israele tiene comunque potere su questi territori palestinesi e creano reazioni e formazioni di correnti ultraviolente, che sfociano in attentati terroristici in nome di una libertà che sembra sempre violata.

 

 

E poi su una cartina

guardi

Gaza
lacerata e violata

E ti chiedi

perché
tanta ingiustizia

Guerre che non portano a
una fine

nel loro sangue mescolando
bene e male

 

 

 

Ora ripeto io non capisco, non tanto perché Israele continui a bombardare o continui a bloccare il commercio e gli aiuti verso Gaza, o perché Hamas continui ad uccidere civili israeliani, io non capisco perché l’uomo possa arrivare a tanta violenza, ad usare la forza per stroncare vite innocenti, cosa ho io, in più rispetto a chi è nato a Gaza(prendo l’esempio di questa situazione, ma ce ne sono altre mille) per meritarmi una vita decente, un lavoro, una casa, quale merito ho?

 

 

 

E pensi a te
alla tua vita e al lavoro

e ti domandi se
davvero lo meriti

Ma tanto sono solo
pensieri

e tra un po’ ti vedrai
lì seduto

a bere birra e a parlare di
calcio

E se sia giusto
ancor ti domandi

 

 

 

C’è bisogno davvero di continue guerre per arrivare ad una conclusione che non sembra mai avere fine? Poi per cosa? Qual è il bene e qual è il male? Chi ha torto? La vita dovrebbe essere vissuta quanto meno con dignità, c’è bisogno di questo sangue? Son tutte domande che mi faccio ma sono lo stesso che tra 5 minuti, mi berrò una birra e parlerò che la juve con allegri non va da nessuna parte, cosa è giusto??

 

 

 

E poi ci sono io
così presa dai miei stupidi
problemi

spesso dimentico
cosa accada laggiù

mentre qualcuno la sua morte
baratterebbe
con i miei futili pensieri